loading...

Coronavirus, 578 morti e 2.667 casi in più: la curva scende. Calo deciso delle terapie intensive e dei ricoverati MAPPA

Aprile 15, 2020 0 Di fiorbatt

Sale di altre 578 vittime il bilancio dei morti in Italia per conseguenze derivate dal coronavirus.

loading...

 Ieri il dato era di 602. È quanto ha diramato il capo del dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli in conferenza stampa nel consueto bollettino delle 18 di mercoledì 15 aprile.

Ancora un dato in discesa quello dei nuovi casi, 2.667 in più rispetto a ieri, con una nuova crescita del numero di tamponi (oggi 43.715, quasi 20mila in più di ieri). La curva epidemica mostra quindi una ulteriore flessione scendendo al +1,6% contro il +1,8% di martedì. Consistente anche il calo delle terapie intensive (-107) e soprattutto dei ricoverati con sintomi (-368). Numeri ovviamente condizionati dal lieve miglioramento registrato in Lombardia che ha fatto segnare 827 casi in piu e -48 terapie intensive. 

loading...

I casi Covid-19 accertati in Italia dall’inizio dell’emergenza sono ora 165.155 (2.667 in più rispetto a ieri), di cui 21.645 morti e 38.092 guariti, 962 nelle ultime ventiquattro ore. Il numero di attualmente positivi nel nostro Paese è di 105.418 persone, ieri era di 104.291, un aumento di 1.127 unità. I tamponi effettuati fino ad oggi sono 1.117.404,  43.715 nell’ultimo giorno (Ieri erano 26.779). 

Sono 3.079 i malati in terapia intensiva, 107 in meno rispetto a ieri. Di questi, 1.074 sono in Lombardia (-48). 27.643 sono poi ricoverati con sintomi, 368 in meno rispetto a ieri, e 74.696 (+1.602) sono quelli in isolamento domiciliare. 

«La raccomandazione dell’Oms permane per quanto riguarda le persone che camminano per strada: usare le mascherine è fuori dalle raccomandazioni. Può cambiare la previsione su un raggruppamento di persone in luoghi chiusi». Lo ha specificato Ranieri Guerra, direttore vicario Organizzazione mondiale della sanità (Oms), rispondendo alle domande dei giornalisti durante la conferenza stampa alla Protezione civile a Roma, sul problema delle forniture di mascherine.